Benvenuto su Genoadomani
1686428
visitatori
(sito attivo dal
31 Agosto 2004)

In questo momento ci sono 7 visitatori e 3 utenti registrati
Totale utenti registrati: 752
· ritorno al futuro
· la redazione
· torna alla homepage
· cerca nel sito:
il Grifone in campoRitorno alla normalità
22/05/2017




GENOA C.F.C.             2
(31’ I t. Rigoni; 9’ II t. Simeone)

TORINO F.C.               1
(44’ II t. deviazione di Veloso di tiro di punizione di Ljajic)


Stadio Ferraris: eravamo in tanti (non esaurito).
Sostegno del pubblico: continuo e pressante (senza polemiche).
Striscioni dei Club: esposti al modo giusto (anche i Grifoni in Camper).
Squadra in campo: determinata e concorde (maiuscola a centro campo).
Avversari: oscurati a livello collettivi (tignosi a livello individuale).
Risultato della gara: una partita senza affanno (Torino senza possibilità).
Risultato del campionato: restiamo in serie A (meritatamente).




In fondo, tutto normale. Così deve essere. La tensione iniziale (la paura) s’è presto dissolta.

Peccato che i Presidente Preziosi non abbia partecipato. La sua sensibilità gli ha consigliato di evitare qualsiasi contrasto intorno a questa partita determinante. Una decisione forse generosa e opportuna (che non suona a lode per noi - ecco, questo non è normale).

Bagnano il campo prima della partita. Giornata calda di sole. Torino in maglia bianca con banda diagonale. Lamanna in maglia nera (come una volta). Burdisso vince il sorteggio e Torino batte l’inizio verso Sud.

Nel gioco, il Genoa prende il sopravvento. Iniziatore Belotti, si instaura un eccessivo ricorso alla carica all’avvensario non ancora in possesso del pallone, tollerato da Guida. Qualche incidente e quache ammonizione. Rigoni fa male a Baselli (qualcuno sussurra: così si fa) che dovrà uscire.

Interessante nuova disposizione del Genoa nel battere i corner: non più tutti sotto a fare pressa, ma tre giocatori sulla tre quarti ad aspettare il rimando di testa dei difensori avversari (rimando abitudinario, di regola generale).
Nei corner, prese di lotta libera.

Con un’altra novità tattica il Genoa finalmente va in porta. Un atterramento falloso di Lazovič all’estrema destra viene dapprima ignorato da Guida ma poi punito (la palla è già quasi a metà campo) su ordine radiofonico. Veloso invece della consueta parabola brodosa tira forte basso verso il palo vicino e Rigoni anticipa il portiere, che naturalmente era piazzato discosto, e infila tra lui e il palo. (Evidentemente una cosa studiata – Lombardo sulla panchina del Torino e l’allenatore in tribuna ne avranno preso nota anche loro, in ritardo).

Siamo appena a un terzo della partita ed è già chiaro che la pratica è risolta (il Torino non potrà mai fare 2 gol).

Anche il secondo gol del Genoa, il tredicesimo di Simeone in campionato (anche se c’è in giro un mucchio di gente improvvida a sostenere che siano solo 12), in inizio di ripresa, è caratteristico. Ancora Lazovič opera dall’estrema destra: una forte centrata rasoterra, portiere e difensore si impappinano, la palla filtra a Simeone libero sulla linea di porta però squilibrato, con apparente fatica dà il tocchetto necessario perché percorra 20 centimetri. (Ora sul 2-0 proprio non abbiamo più problemi – il pubblico gode).

A questo punto il Genoa si schiera in modo più difensivo (giusto, ma come potrà mai questo Torino fare 3 gol? Vogliamo scherzare?) e sotto la Nord arriva una serie di attacchi, tutti senza segno e respinti, salvo l’autorete su punizione dello specialista Ljajic (un episodio che crederete non ci ha turbato).

Sarebbe stato superfluo indulgere qui alla cronaca degli altri episodi. (Penso che abbiate capito tutto).

Comincia una lunga estate calda.



Vittorio Riccadonna



GENOA :
Lamanna, Biraschi (21' II t. Ntcham), Burdisso (cap.), Gentiletti, Lazovič, Veloso, Cofie, Laxalt, Rigoni (18' II t. Muñoz), Palladino, Simeone (15' II t. Pandev).
TORINO : Hart, De Silvestri, Rossettini, Moretti, Avelar, Acquah (16' II t. M.Lopez), Baselli (17' I t. Lukic), Iturbe (23' II t. Falque), Ljajic, Boyé, Belotti (cap.).
Arbitro : M. Guida da Torre Annunziata.
Ammoniti : Rigoni, Veloso, Rossettini, Acquah, Lukic, Ljajic, Boyé.





Questo articolo è stato visualizzato 115 volte

 
"Ritorno alla normalità" | 0 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Stai visualizzando i commenti del giorno //




Per informazioni potete contattare l'indirizzo e-mail admin@genoadomani.it