Benvenuto su Genoadomani
1681383
visitatori
(sito attivo dal
31 Agosto 2004)

In questo momento ci sono 18 visitatori e 4 utenti registrati
Totale utenti registrati: 752
· ritorno al futuro
· la redazione
· torna alla homepage
· cerca nel sito:
il Grifone in campoUn diavolo bruciacchiato ci guata
22/10/2017



IX Giornata
Domenica 22 ottobre, ore 15


A.C. MILAN   -   GENOA C.F.C .          0-0


MILAN : G.Donnarumma; Zapata, Bonucci (cap.), Rodriguez; Borini, Kessie, Biglia, Bonaventura (22' II t. Calabria); Suso, Calhanoglu (26' I t. Romagnoli); Kalinic (39' II t. Cutrone).
GENOA : Perin (cap.); Izzo, Rossettini, Zukanovic; Rosi (7' II t. Lazovic), Rigoni (32' II t. Ricci), Bertolacci, Veloso, Laxalt; Taarabt, Galabinov (7' II t. Lapadula).
Arbitro : P. Giacomelli da Trieste
Espulso :
25’ I t. Bonucci da VAR per gomitata al viso di un avversario.
Amminiti : Zukanovic, Taarabt.
Divise : Milan in tenuta tradizionale, Genoa in maglia bianca con fascia e pantaloncini blu.




Questo articolo è stato visualizzato 70 volte

 
"Un diavolo bruciacchiato ci guata" | 4 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Stai visualizzando i commenti del giorno 23/10/2017


Architettura
di vieux_marcheur il 23/10/2017 18.46

Considero questa prova del Genoa a Milano una prova brutta e poco promettente. Considero questo pareggio un’occasione persa, lo considero un risultato fortunato e immeritato.
Credo che la nostra difesa sia stata molto valida e tuttavia in diverse azioni di attacco il Milan sia stato sfortunato e abbia sbagliato i tiri.
Ahi Juric, do davvero ragione a Sekkio.
Bravo sei nel curare i giuocatori singoli, ma manchi del senso di architettura della squadra.
Rivolgi le disamine ai tuoi giocatori per errori di esecuzione ma nessun commento all’impostazione del giuoco, che è respondabilità tua.
Una legge di sempre nel gioco del calcio è questa: se sei in vantaggio di uomini, allarga il gioco.
Come si allarga il gioco? Allargando le ali.
Speravo nella ripresa, dopo la meditazione dell’intervallo, di vedere ciò. Niente. Tutto il secondo tempo con un attaccante isolato al centro, scaduto poi al livello attuale deludente di Lapadula, e proprio nessuno sulle ali: anche Lazovič come Laxalt a fare da raccordo. La squadra a tratti compressa si è difesa a fatica dalle manovre ariose del Milan, padrone degli spazi. Le nostre azioni d’attacco sempre seguìte da loro profondi contrattacchi. Nel blocco centrale frequentato, invisibile l’uomo in più. Nel finale, blocco in difesa.
Se si fosse calcolato: il pareggio va bene, non vogliamo osare di più, ci difendiamo e siamo contenti dello zero a zero anche se in 11 contro 10, quelli sono buoni, non ci speravamo, pensiamo solo a tenerli, allora ecco sarebbe tutto bene, ma non perdendo il controllo della partita e correndo il rischio di una sconfitta vergognosa come poteva succedere senza giocarcela.
Montella ha fatto buona figura, come allenatore.



Bonucci: espulsione giusta su base ingiusta
di vieux_marcheur il 23/10/2017 12.12

Delle parole dette da Vincenzo Montella a fine partita, alcune mi sembrano improvvide: si riferiva a possibili calci di rigore contro il Genoa di cui non ho visto gli estremi. Interessante invece la sua escursione sull’intervento del VAR: un’argomentazione che si collega alle varie obiezioni giò provenute da diverse personalità di competenza, a parte il modesto parere espresso nel nostro sito.
Penso inevitabile che ricadremo ad affrontare il problema.
Espulsione giusta di Bonucci: ha colpito col gomito.
Ma dimenticando per il momento il VAR, domandiamoci della dinamica.
Se osservate attentamente quello che abitualmente succede, in fatto di vere e proprie colluttazioni, prima che la palla alta arrivi in area, e vi chiedete chi fa il primo fallo o per primo tra i tanti spinge con le braccia alzate, non sapete rispondere.
Espulsione giuta e tuttavia non credo che ci fosse l’intenzione di ferire e forse neppure di colpire da parte di Bonucci, e allora sarebbe una contraddizione.
Questa è un’altra vera questione di base.





Per informazioni potete contattare l'indirizzo e-mail admin@genoadomani.it