Benvenuto su Genoadomani
1686427
visitatori
(sito attivo dal
31 Agosto 2004)

In questo momento ci sono 9 visitatori e 3 utenti registrati
Totale utenti registrati: 752
· ritorno al futuro
· la redazione
· torna alla homepage
· cerca nel sito:
il Grifone in campoPerché sei tu Romeo? (Prova d’identità)
04/12/2017



XV giornata
Lunedì 4 dicembre, ore 21

HELLAS VERONA F.C.   -   GENOA C.F.C.          0-1


47’ I t. Pandev


Hellas :
Nicolas; Romulo (cap.), Ferrari, Caracciolo, Souprayen; Bessa, Buchel, Bruno Zuculini (II t. Kean); Verde (26’ II t. Lee Seung Woo), Valoti (37’ II t. Franco Zuculini), Cerci.
Genoa : Perin (cap.); Spolli, Izzo, Zukanovic; Rosi, Rigoni (24’ II t. Omeonga), Miguel Veloso, Bertolacci, Laxalt (41’ II t. Biraschi); Taarabt; Pandev (19’ II t. Lapadula).
Arbitro : A.Damato da Barletta
Ammonizioni :
Souprayen, Omeonga, Spolli, Bertolacci, Lapadula, Buchel.
Divise : Hellas tenuta blu e bordature gialle; Genoa bianca con fascia.





Questo articolo è stato visualizzato 43 volte

 
"Perché sei tu Romeo? (Prova d’identità)" | 1 commento
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Stai visualizzando i commenti del giorno 05/12/2017


Bene e male.
di RABAX il 05/12/2017 15.07
http://RABAX

Bene davvero la ritrovata solidità difensiva che, tenuta insieme al non eccessivo tasso tecnico degli avversari, un po' più intraprendenti ed efficaci all'inizio sulla nostra fascia sinistra, ma poi limitati anche lì dalle avvedute e pronte contromisure di zio Balla, si è presto intuito che quelli ben difficilmente sarebbero stati in gradi di rimontarci.
Male o quasi le difficoltà e l'incapacita di gestire ripartenze e conclusioni in situazioni e da posizioni a noi molto favorevoli.
La partita di ieri, poche storie, andava chiusa se non alla prima, almeno alla seconda occasione propizia, invece no, o si sbagliava l'ultimo passaggio o, clamorosamente, il tiro in porta.
Credo anche a questo alludesse Ballardini che, dopo aver esaltato la capacità della squadra a mantenere il risultato, ha genericamente ed efficacemente affermato che si può e si deve fare meglio, meglio parecchio di più.
Detto questo con spirito costruttivo e senza vedovanze inconsolabili di nessun genere, credo sia doveroso riconoscere al nuovo allenatore di aver provato ed essere riuscito in breve tempo, anche grazie ad alcuni rientri importanti, dare una svolta al rendimento della squadra, recuperando una situazione che era già non poco compromessa.
Attendiamo, chiaro, altre conferme, ma l'impressione, più di una speranza, è che se le cose cambieranno potrebbe, questa volta, essere in meglio.
Ora sotto con il Gasp che, pur immagino ci voglia bene, ma non ci ha mai risparmiato, come gli impongono correttezza e professionalità.
Speriamo che stavolta, anche con tutto l'affetto e la riconosceza che gli si deve, essere noi a non risparmarmiargli niente ed esaltare quegli stessi valori di corretteza e sportività per restituirgli un po' delle non poche pappine che, un po perfidamente, ci ha riservato nello scorso campionato.
Perchè no?





Per informazioni potete contattare l'indirizzo e-mail admin@genoadomani.it