Benvenuto su Genoadomani
1681581
visitatori
(sito attivo dal
31 Agosto 2004)

In questo momento ci sono 13 visitatori e 11 utenti registrati
Totale utenti registrati: 752
· ritorno al futuro
· la redazione
· torna alla homepage
· cerca nel sito:



Semifinali: Spartak Trnava (Slovacchia) - Bubamara (Serbia) [versione stampabile Pagina Stampabile]



SPARTAK TRNAVA (SLOVACCHIA) 2

BUBAMARA (SERBIA) 0

RETI: Balis, Orsula.

SPARTAK TRNAVA: Rusovj, Janos, Klaco, Jostyna, Balis, Tomovic, Sedlay, Zelezviy, Yorbelic, Meciar, Orsula.

A disposizione: Stzapak, Yorselic, Blano, Blazo, Hoduliy.

Allenatore: Orsula.

BUBAMARA: Pavlovic, Rakic, Parezanovic, Obrenovic, Toskovic, Jovanovic, Gunjic, Ristic, Andelkovic, Cukaric, Pilipovic.

A disp.: Zupamac, Cirkovic, Acimovic, Pantic, Bekovac, Milutinovic, Milic.

All.: Tosic.

ARBITRO: Dondero.

Grande avvio di gara della squadra slovacca guidata da Orsula, che dimostra subito di essere una squadra organizzata e in grado di tenere il controllo del gioco senza difficoltà. Per le occasioni da goal bisogna aspettare però fino al 12’, quando una conclusione esplosiva dell’attaccante Orsula trova il palo interno e percorre per tutta la linea di porta. L’unico pericolo dalle parti di Stzapak viene da calcio piazzato, ma il bravo Ristic tira fuori di pochissimo.

Lo Spartak prova il forcing sperando di sbloccare il risultato prima della fine della prima frazione di gara. Al 18’ è Meciar a liberarsi al tiro in area senza trovare la porta. Ormai si gioca ad una porta, con i serbi del Bubamara costretti nella propria metà campo e mai in grado di pungere in contropiede; e proprio al 24’ Balis riceve palla al limite dell’area avversaria e scarica un tiro potente che piega le mani al comunque bravissimo Pavlovic.

Al rientro dagli spogliatoi la prima occasione è per il Bubamara all’8’, il cui contropiede viene interrotto da una terna arbitrale distratta per fuorigioco nella propria metà campo (possibilità che non viene contemplata nel regolamento).

Prima dello scadere assisteremo al raddoppio della forte punta Orsula al termine di un’azione dirompente che mette la sua firma su un passaggio del turno che appare sicuramente meritato.

[mircoraba]

  

[ Torna su Spensley 2006]



Per informazioni potete contattare l'indirizzo e-mail admin@genoadomani.it