Benvenuto su Genoadomani
1634604
visitatori
(sito attivo dal
31 Agosto 2004)

In questo momento ci sono 22 visitatori e 3 utenti registrati
Totale utenti registrati: 750
ritorno al futuro
la redazione
torna alla homepage
cerca nel sito:



SPARTAK TRNAVA - BUBAMARA [versione stampabile Pagina Stampabile]



SPARTAK TRNAVA   1
BUBAMARA   2
RETI: Andelkovic, Balazovic (rig.), Gligorjevic.

SPARTAK TRNAVA: Macho, MInarik, Podolsky (c), Balazovic, Mikinic, Tacovsky, Grefni, Baxa, Boledovic, Duris, Brecka.
A disp.: Pavlovcik, Zelezkov, Richnak, Formanko.
All. Mracka.

BUBAMARA: Obrenovic, Parezanovic, Kilibarda, Vukadinovic, Stevanovic, Gobelic (c), Gligorijevic, Andelkovic, Nikolic, Doric, Lukic.
A disp.: Pantelic, MIlojevic, Jevtovic, Obrenovich, Radovic.
All.: Tosic.

ARBITRO: Zerbo.


Una partita emozionante e combattuta che ha visto due squadre lottare su ogni pallone anche quando le condizioni del terreno non permettevano nessun tentativo di palleggio. Sotto il diluvio le due interessanti squadre davano prova di carattere e spirito di sacrificio; alla met del primo tempo il Bubamara passava in vantaggio con un goal del gioiellino Andelkovic ( titolare fisso nella nazionale giovanile serba) che fa valere le sue doti di opportunista.
La reazione dello Spartak non si f attendere anche se il terreno non permette le geometrie a cui i ragazzi di Mracka ci avevano abituato in precedenza. L'occasione pi importante firmata da Podolsky che batte una punizione dal limite sul palo alla sinistra di Obrenovic. Al 20' Balazovic lancia Tacovsky che viene atterrato in area: rigore. Si incarica della battuta Balazovic che riporta le squadre in parit. In chiusura di tempo il Bubamara dimostra tutto il suo cinismo e si riporta in vantaggio con il goal di Gligorjevic, 2-1.
Tornate dagli spogliatoi la partita perde di ritmo perch il controllo del pallone sempre pi difficoltoso; solo sul finire il match ha dei sussulti, con Grefni protagonista di alcune conclusioni pericolose su cui uno strepitoso Jevtovic non si f mai cogliere impreparato. Il portiere in forma strepitosa, si oppone quasi da solo all'assedio dei rosso-neri, l'unica volta che viene superato il gioco era gi stato fermato dal fischio dell'arbitro Zerbo, che vede un fallo in area dubbio. Al di l di questo episodio da rivedere perfetta la sua direzione di gara.
All'ultimo minuto il Bubamara v vicino al goal in contropiede con Radovic ma il portiere respinge; sarebbe stato davvero troppo per uno Spartak padrone del secondo tempo e classificatosi secondo nel girone B con largo merito.

[mircoraba]
 


 

  

[ Torna su Spensley 2005]



Per informazioni potete contattare l'indirizzo e-mail admin@genoadomani.it