Benvenuto su Genoadomani
1668707
visitatori
(sito attivo dal
31 Agosto 2004)

In questo momento ci sono 16 visitatori e 8 utenti registrati
Totale utenti registrati: 752
· ritorno al futuro
· la redazione
· torna alla homepage
· cerca nel sito:



Le squadre [versione stampabile Pagina Stampabile]



GENOA C.F.C. - Leva '94

LA SQUADRA

No, non è un errore, né di stampa né di impaginazione. Non parleremo della città, ci sembra anche ovvio, ne abbiamo parlato abbondantemente.
Parleremo invece di un "particolare" che ormai, arrivati a leggere sino a qui, avrete notato tutti: il nome del nostro Genoa. E' cambiato, anche se dire cambiato non è esatto.
Meglio dire che è tornato ad essere quello di un tempo, come lo stemma d'altra parte. Il Genoa Cricket and Football Club fondato da James.
Quanta confidenza, direte, ma come possiamo chiamare diversamente colui che ci ha fatto entrare nella Storia mondiale del Calcio? Il Genoa ha cambiato dirigenza e tante sono le cose cambiate.
A noi piace più di tutto questo ritorno alle origini, una sorta di riconoscimento alla storicità del Grifone. Ma pensiamo anche che tornare alle origini potrebbe voler essere di buon auspicio. Che si possa tornare anche agli antichi fasti? Ci trema la mano e ci commuoviamo a pensarci! James sarà felice ed emozionato con noi.
Ne siamo più che certi.Per questo abbinamento con una Squadra straniera la Scuola Calcio del Genoa mette in campo un'altra formazione, quella che chiameremo Genoa Leva '94. Il vivaio del Genoa è fertilissimo e pertanto merita di essere presente con più formazioni a prescindere dal fatto che è proprio nel nome della Squadra "madre" che questo Torneo è nato ed esiste.

Via Ronchi 67 - Tel. 010.61.28.31

POLISPORTIVA CALMEDIA

Sardegna

LA POLISPORTIVA CALMEDIA che prende il nome dall’antico nome di Bosa è fondata dal Sac. Paolino Fancello nel 1970.
Nell’arco di un decennio, grazie alla valorizzazione del settore giovanile, è arrivata a disputare il campionato di Promozione rimanendoci fino alla metà degli anni 90.
Dopo anni di difficoltà dovuti al mancato ricambio generazionale, in questi ultimi anni si sta cercando di riprendere quota.
Attualmente milita nel campionato di 2° Categoria e ha un settore giovanile di prim’ordine che le ha consentito di vincere una finale regionale.
La società può vantare della partecipazione alla finale nazionale di Coppa Italia di promozione (1986/87) e la valorizzazione di molti ragazzi, fra i quali Giovanni Sulcis giocatore fino a qualche anno fa del Cagliari Calcio.

POLISPORTIVA CALMEDIA - VIA MARCONI 14 - SARDEGNA

BORGOROSSO ARENZANO

LA PROVENIENZA

Seguendo la sinuosità del litorale che percorre l’itinerario costiero della Via Aurelia da Voltri a Noli, incontriamo Arenzano, notissima stazione balneare caratterizzata da un panoramico lungomare sul cui percorso sono allineati pini, palme e tamerici.
Il suo abitato di origine medioevale, sviluppato in senso trasversale alla spiaggia attorno a due nuclei ed il borgo costiero difeso da un castello (che sorgeva sulla’attuale piazza Castello) non sono più riconoscibili nei loro elementi più rilevanti. Il turista attento però può dedicare la sua attenzione a Villa Figoli (‘700), alla barocca chiesa dei Santi Nazario e Claudio ricostruita dopo la seconda guerra Mondiale, alla splendida Villa Lomellini-Imperiale-Lercari (‘600) ed all’Oratorio di Santa Chiara (‘400). Si possono ammirare ancora la Villa Negrotto-Cambiaso del XVI secolo, ristrutturata e d oggi sede del Comune ed il Grand Hotel, bellezza architettonica Liberty. Non sarebbe necessario ricordarlo ma ci piace farlo comunque vista la sua notorietà umana e spirituale, il Santuario del Bambino di Praga méta di pellegrini provenienti da tutto il Mondo. Il settore giovanile della nostra Società, che Partecipa al campionato di promozione Girone A, è orgoglioso dell'esordio di un 90, quattro 89 e ben cinque 88 in prima squadra. Due 89 un 90 due 91 e tre 92 cresciuti nel nostro settore giovanile, sono approdati nel settore giovanile del Genoa. Da quest'anno si è fatta la fusione con un'altra società di Arenzano, il Borgorosso e quindi gli obiettivi della nuova società sono diventati molto ambiziosi.

U.D.A. GRAMENET

Spagna

La città di Santa Coloma de Gramenet é situata tra Badalona, Sant Adria de Besòs e Montcada Reixach ed é separata da Barcellona dal Rio Besòs. Dalla piazza della citta di Santa Coloma alla piazza Catalunyna di Barcellona vi sono 8 km. In questi ultimi anni sono stati portati a termine importanti lavori nella città: fra cui la costruzine del parco di Can Zam e il recupero, come zona verde, dell’ Alveo del Rio Besos. Sulla Rambla si trovano la Biblioteca Central e il Teatro Municipal Josep Ma de Sagarra. Il club “Unione Sportiva Atletico Gramenet", nasce nel 1945, con Pere Casajust come presidente e con uomini come Mariano Navarro e altri. Questo curioso nome non é casuale giacché all'iscrizione in federazione, volendo utilizzare qualche nome di precedenti club, non gli fu permesso. Così finì che si optò per Unione Sportiva per il Colomense Atletico per il Baleares, Gramenet per il FC Gramenet. Di questo definitivo Club (così come del Colomense fino al 1942) vi é la documentazione federale, giacché la Federazione Catalana dispone, all’Archivio storico della Cataluna, di tutta la documentazione esistente dalla fine della Guerra Civile fino ad oggi. La precedente é scomparsa bruciata. Da allora fino ad adesso, un totale di 22 presidenti hanno diretto il Club. Alcuni sono durati poche settimane altri invece molti anni. Nel 1994 si inaugurò l’attuale Nou Camp Municipal di Santa Coloma, sulle sponde del fiume Rio Besos, dove prima si trovavano i campi della U.D Obreros, fusa con la U.D.A. Gramenet nell'anno 1995 e del C.D Arrabal. Approfittando dello spostameno al campo nuovo , la Gramenet si avvicinò al C.D Milan, che successivamente la annette. La U.D.A. Gramenet ha nella sua storia 10 stagioni in SECONDA B, con 2 titoli di campioni (1993-1994 e 2000-2001) e un sottocampionato (1994-1995). Ha giocato 6 volte per la promozione in SECONDA A. Ed é stata anche in Terza divisione durante 17 stagioni, essendone campione in una sola occasione (1991-1992). Gli allievi "B" è uno dei migliori prodotti della prolifera fucina di Santa Coloma, funziona già da 6 stagioni, cominciando dalla Scuola Base della U.D.A. Gramenet, con tanti ragazzi dai 6 anni ai 10 anni di età. La squadra ha eseguito una grande stagione come allievi B nella categoria di 1° Divisione di Barcellona. Nella Lega regolare é rimasta campione di Lega.

U.S. BOLZANETESE VIRTUS

LA SQUADRA

Nata nel 1945, ha esordito nel campionato di Serie D, per poi approdare all’Eccellenza e alla promozione.
Il settore giovanile è composto da 250 ragazzi in collaborazione con la Scuola Calcio Genoa Piccoli Amici ‘98-’99-’00.
Il presidente è Enrico Giordano.

A.S. TEMERARUL

Romania

LA PROVENIENZA

I rumeni sono “il Popolo dei Latini immerso in un mare di Slavi”. Per cinque secoli hanno tenuto testa ai Turchi, quindi agli ungheresi ed agli austriaci. Indipendenti dal 1878, dopo Ceusescu, sono oggi un Popolo libero.
I loro eroi nazionali sono: Vlad III Tepes detto l’Impalatore e, prima di lui, Vlad II detto Dracula (Diavolo). É una Repubblica Democratica presiedenziale e la sua economia si basa su: agricoltura, industria siderurgica, meccanica, automobilistica e tessile.

LA SQUADRA

É una Polisportiva fondata nel 1968 che ha sempre ottenuto ottimi risultati con i suoi Campioni nazionali ed internazionali. La Sezione Calcio é stata creata nel 1968 e comprende 12 gruppi di ragazzi seguiti da 5 allenatori professionisti. E’ stata finalista ai Campionati nazionali categoria Juniores ed ha partecipato a molti Tornei internazionali ed é così divenuta un punto di riferimento per tutte le Squadre di Calcio rumene e per la stessa nazionale.

U.S. ALBARO ATHLETIC CLUB

LA SOCIETA’

Fondata nel 1968 rappresenta da quasi 40 anni un importante punto di riferimento del calcio dilettantistico genovese. Negli ultimi anni, grazie a notevoli investimenti, ha riorganizzato i propri quadri tecnici e dirigenziali, realizzando una struttura che si avvale di allenatori, preparatori atletici e staff medico degni di una societa’ professionistica. Si e’ dotata, inoltre, di infrastrutture di primo livello, ed offre ai propri tesserati impianti moderni e tutti in erba sintetica di ultima generazione, come il campo a 11 Sanguineti di Quarto, il campo a 7 Albarello di Viale Gambaro ed il campo a 5 di Piazza Leopardi. Recentemente ha potenziato la propria scuola calcio grazie ad un accordo sinergico con la societa’ G.Mora, offrendo quindi agli atleti piu’piccoli la possibilita’di avvalersi, attraverso i propri istruttori, anche del campo di S.Giovanni Battista alla Castagna di Quarto. La prima squadra ha militato nell’ultima stagione nel campionato di Eccellenza, e il settore giovanile ha ottento notevoli risultati primeggiando in tutti i campionati regionali e provinciali, culminati con il prestigioso titolo di campioni regionali nella categoria Allievi. Grazie all’organizzazione dell’importante Torneo Internazionale“Football Domani” giunto alla terza edizione, a cui partecipano le piu’ prestigiose squadre Italiane ed Europee, molti giocatori dell’Athletic Club hanno potuto sostenere provini con squadre di serie A, e non e’ utopia pensare che nell’immediato futuro alcuni di loro non possano diventare protagonisti del calcio professionistico. Una Societa’ ambiziosa quindi, che grazie alla pianificazione ed alle capacita’ dei propri dirigenti e allenatori cerca di offrire a tutti i propri atleti preziosi insegnamenti tecnici e di lealta’ sportiva per raggiungere insieme, nello sport e nella vita, obbiettivi sempre piu’ importanti.

A.S.D. ATHLETIC CLUB GENOVA – via dei Ciclamini 1 W, 3 Genova – Tel. 010 – 59.32.61

www.albaroathleticclub.com

F.C. DOMAGNANO

LA SQUADRA

La Polisportiva Domagnano nasce nel 1966 per iniziativa di un gruppo di volonterosi accomunati da una grande passione per il calcio. E’ la prima società di San Marino a dotarsi di un settore giovanile e verso gli anni ‘80 è la squadra che vince di più nei campionati Under 10, 11, 12, 13, 14 e 15. Dal prato verde di Domagnano sono passati ragazzi che hanno poi dimostrato le loro grandi qualità, come i nazionali Mauro Valentini, Nicola Bacciocchi, i fratelli Luciano e Marco Mularoni e Marco Macina, protagonista dei campionati italiani con la maglia del Milan. Per due anni consecutivi,(2002 e 2003) si è aggiudicata il titolo di Campione sammarinese
e di conseguenza ha conquistato la partecipazione alle fasi eliminatorie della Coppa Uefa. Nel campionato 2001-2002 ha incontrato la squadra Ceca del Victoria Ziskov. Nel campionato successivo (2002-2003) la formazione Russa del Torpedo Mosca. Il Domagnano F.C.
è stato campione sammarinese nel 1989, vincitore della Coppa Titano nel 1972, 1988, 1990, 1992, 1996; vincitore del Trofeo Federale nel 1990. Il grande successo della squadra giallorosa è stato negli ultimi anni: si è aggiudicata lo scudetto di Campione Nazionale, e di conseguenza l'accesso alla Coppa Uefa, nel 2002 nel 2003. In quest'ultima stagione la squadra si è aggiudicata anche la Coppa Titano, vincendo in pratica tutti i titoli in palio nel campionato sammarinese. Per la Polisportiva Domagnano il settore giovanile ricopre un ruolo fondamentale e di grande importanza per l'obiettivo che si impone di portare a termine: far crescere e maturare i calciatori del futuro, valorizzando particolarmente coloro nei quali si intravedono specifiche doti caratteriali e tecniche. Negli ultimi tempi poi si è pensato di impostare un programma societario con progetti ambiziosi, primo fra tutti il Camp di Calcio Estivo tenuto dal
celebre calciatore Massimo Bonini. Le formazioni partecipanti ai campionati nazionali e ai tornei esterni (nella vicina provincia di Rimini) hanno incominciato a qualificarsi con regolarità alle fasi finali ottenendo risultati sempre crescenti. Nell'ultimo campionato interno, ad esempio, l'Under 10 è stata la squadra prima classificata, così come l'Under 12 che ha concluso il campionato in testa alla classifica. Un ottimo lavoro di fondo è stato fatto anche nei “piccoli”, dove il risultato conta meno del divertimento e dell'apprendimento dei “fondamentali”.

A.S.D. S.C. LIGORNA 1922

Lo S.C. Ligorna fu fondato nel 1922 da un gruppo  di giovani appassionati del gioco del calcio che decisero di formare una squadra e trasformarono  uno spiazzo sul greto del Bisagno in un campo di calcio. Il primo Presidente fu Nicolò Barabino e come stemma sociale si adottò una versione riveduta del simbolo dell’Alfa Romeo. Da più di ottant’anni, quindi, la società è attiva nel campo dello sport dilettantistico e da una diecina d’anni è diventata Scuola Calcio con un numero sempre crescente di iscritti. Recentemente l’impianto ha subito una profonda trasformazione e modernizzazione realizzando il campo di giuoco in erba sintetica di nuova generazione e costruendo la sede sociale e nuovi spogliatoi dotati di moderne attrezzature. Lo Sport Club Ligorna 1922 è una Società senza scopo di lucro che si propone di diffondere, attraverso il volontariato, i principi dello sport inteso nel suo senso più genuino.

F.K. BUKOVIK SREBRENIK

Bosnia

Il nostro cantone, di circa 70000 abitanti, è situato nel Nord est della Bosnia, ed ha come capitale "Tuzla" la cui economia si fonda sulle ricche risorse naturali, in prevalenza carbone, legname e sali minerali. La nostra città si chiama Srebrnik ed è un piccolo borgo composto dal municipio, il tribunale, un grande ospedale, 3 alberghi, palazzetto dello sport con 14 campi da calcio in erba , stazione ferroviaria , scuola elementare e superiore , e il castello medioevale che domina la città (prime notizie storiche datate 1333) oltre a numerose chiese di differenti culti, che pacificamente convivono da secoli. E’ immersa in foreste antichissime molto ricca di storia ancora tutta da scoprire e studiare; per questo motivo nel 2004 il nostro presidente Avdo Beganovic invitò due archeologi di Genova: dott. Angelo Deluchese (sovrintendenza della facoltà di Genova) e il dott. Guido Rossi (dirigente del museo di Pegli) che scoprirono alcuni siti archeologici sul monte "Majevica" che sovrasta la città; hanno trovato alcuni vasi di ceramica di 3000 anni di età.
La storia della Nostra squadra comincia nel 1960 nella ex Jugoslavia con il nome di Partizan, gemellata con il Partizan di Belgrado. Nel 1998 la società viene rifondata dal nostro Presidente Avdo Beganovic e prende il nome di “FK BUKOVIK”. Nella nostra scuola di calcio abbiamo allevato diversi giocatori per la nostra serie A e Music per il Torino. Per quanto riguarda il settore giovanile abbiamo partecipato dal 2001 al 2004 al torneo “Angelo Rosso”Under 12 e Under 15 ottenendo ottimi risultati. Con ciò siamo a confermarvi con gioia e gratitudine la nostra partecipazione al torneo intitolato al glorioso nome di colui che portò il calcio in Italia: Sir James Richardson Spensley. In fine vogliamo ringraziare la società "Genoa 1893 c.f.c." per il gradito invito, in particolar modo la sig.ra mamma del Mister Luca Chiappino.

A.S. CAPERANESE

Caperana è una ridente località appartenente al Comune di Chiavari, principale centro abitato sulla costa del Golfo Tigullio. Si trova a cinque minuti dal mare e sorge lungo il corso del fiume Entella (famoso peer essere stato menzionato da Dante Alighieri nella “Divina Commedia”) e sulla colllina, coltivata ad olivi e ad alberi da frutto, prevalentemente albicocchi, prugni e ciliegi. L’Associazione Sportiva Caperanese nasce nel 1972. I colori sociali sono il verde e il blu e la sua presenza riscuote l’attenzione e l’apprezzamento dei residenti. Il suo più grande traguardo calcistico è stato il Campionato Regionale di Eccellenza, conquistato nel 2000-2001, terza promozione consecutiva in tre anni e detiene ancora il record partite utili consecutive in Liguria. La sua attività si svolge interamente sul Campo Sportivo ricevuto in gestione dal Comune di Chiavari. Il terrreno di gioco è in erba sintetica di ultima generazione l’impianto è stato intitolato nel 2005 ad Angelo Daneri (uno deli fondatori della società verde blu).
Attualmente l’A.S. Caperenese milita nel campionato di Promozione, girone B. Il fiorente settore giovanile conta quasi 150 iscritti, distribuiti nelle categorie di Piccoli amici, Pulcini, Esordienti, Giovanissimi, Allievi Juniores. Tra i calciatori che si sono formati nelle sue fila è da segnalare Umberto Calcagno, centrocampista della Sampdoria Campione d’ Italia nella stagione 1990/91.

A.S. CAPERANESE 1972 - Via Parma c/o Campo Sportivo - 16043 Chiavari (GE) Tel/ Fax 0185-382437 - E-mail: as.caperanese@ libero.it

F.C. BUBAMARA '91

La città di Kraljevo é situata nel cuore della repubblica serba, ha più di 100.000 abitanti. Due fiumi attraversano Kraljevo: l’ Ibar e la Morava; la circondano montagne con centri sciistici ben conosciuti: il più famoso é Kopaonic. Nelle vicinanze vi sono alcune stazioni termali molto rinomate: Terme di Mataruska e terme di Vrnjacka. Kraljevo é famosa anche per alcuni monasteri costruiti nel medioevo dai suoi regnanti; il suo nome può essere tradotto in "città dei re" in quanto molti regnanti furono incoronati nel monastero di Zica vicino a Kraljev. E' una delle rare città del mondo che ha strade che si incrociano ad angolo retto. Oltre a queste attrazioni la città é un luogo piacevole e accogliente. E’ nello stesso tempo moderno e vecchio stile ed i suoi abitanti sono gentili e amichevoli. L'amministrazione si occupa anche di sport. Ha importanti club di calcio, palla-canestro, pallavolo e palla a mano. Uno dei migliori e più popolari club di Kraljevo (modestia a parte) é FC" Bubamara91". Come dice il suo nome, é stata fondata nel 1991 e fin dal suo esordio é stata una delle scuole di calcio di maggior successo. Approssimativamente ha 200 ragazzi ed alcune ragazze dai 6 ai 16 anni. Molte delle loro vittorie saranno ricordate sia in Serbia che all' estero: in Grecia, Romania, Ungheria, Italia ( gli ultimi ragazzi nati nel 1989 sono risultati i primi nel torneo tenuto a Rovereto, Italia, nell’aprile di quest’anno). Alcuni dei ragazzi della prima generazione del "Bubanara 91" sono nomi già ben conosciuti nel calcio: Kovacenic Nenad, Dunjic Darko, Lukovic Aleksandar... Vanno inoltre menzionati gli allenatori: il miglior riconoscimento va al sig.Zoran Tosic ( che é il proprietario del club), Dragan Tosic, Mica Jevtocic, Goran Tasic, Novica Stancic. Nella foto: Il Palazzo del Governo e il panorama

GENOA C.F.C. - Leva '93

LA CITTÀ

Di lei diremo poco, infatti nelle edizioni precedenti abbiamo descritto tassello dopo tassello la sua Storia attraverso quella dei suoi Quartieri e località della Provincia... E poi come parlare in poche righe di una città che data a partire dal 1700 a. C.? Ricordiamone solo la splendida autonomia della Repubblica annessa al Regno Sardo solo dopo il Congresso di Vienna, l'antica ricchezza che le guadagnarono il titolo di "Superba" (che non vuol dire altezzosa ma grandiosa, bellissima), le conquiste coloniali, le lotte con le altre Repubbliche marinare (oggi fortunatamente limitate all'annuale Regata Storica), la cucina aromatica e prelibata, la terra avara, gli abitanti laboriosi e...la speranza di un futuro come Città d'Arte perché Genova è anche una Città d'Arte...visitarla per credere!

LA SQUADRA

La Società fu costituita il 7 settembre 1893, per iniziativa di un gruppo di sudditi inglesi, presso il Consolato inglese nella Superba. É nato così il calcio in Italia. O meglio, la prima Società di Cacio. Poi, nel 1896, sbarca a Genova da una nave inglese il medico di bordo dott. James R. Spensley, appassionato e praticante di football, che decide di restare, si iscrive al “Genoa cricket and athletic Club” (che aveva sede in piazza Campetto nei locali dell’albergo Unione) ed in breve tempo ne diventa l’animatore ed il primo allenatore oltre che il giocatore. Intanto nella denominazione societaria, il termine “athletic”si trasforma in “football”e, da allora, l’essere Genoani è diventato uno stile di vita: da allora il Genoa è entrato a far parte della nostra cultura ed il radicamento dei colori rossoblu è generalizzato nei quartieri della città.
Via Ronchi, 67 - Genova Tel. 010.612831

A.S.D. RAPALLO CALCIO GIOVANILE

La città di Rapallo, la cui etimologia è ignota ed ha dato adito alle più bizzarre interpretazioni, appare per la prima volta in un documento notarile del 964, relativo ad una permuta di terra fra il Vescovo di Genova ed un tale di nome Eldepranto, in cui fra gli stimatori compare Adalgiso, abitante nella valle di Rapallo. Le sue origini sono tuttavia ben più antiche (VIII secolo a.C). Sotto la serenissima Repubblica fu dappprima sede di Podesteria e dal 1608 sede di Capitanato. Il nome di Rapallo è legato e Legato all’Apparizione della Madonna a Montallegro, avvenuta il 2 luglio 1557, eletta Patrona del Capitanato nel 1739. Dal 1948 il monogramma marinaio, per decisione unanime del primo Consiglio Comunale del dopoguerra, è inserito nello stemma della città. Rapallo e detta anche "città di pace": nel suo territorio, nel corso del primo Novecento, sono stati firmati importanti trattati. Nel 1917 all’Hotel Excelsior si tenne il Convegno di Rapallo, che vide protagonisti Italia, Francia, ed Inghilterra e che contribuì all’esito vittorioso della prima guerra mondiale; il 7 novembre 1920, a Villa Spinola (da non confondersi con la dimora del Sovrano ordine Militare di Malta), fu firmato il Tattato Italo-Jugoslavia, che defini i confini territoriali dei due stati, ma l’accordo più importante firmato a Rapallo fu quello del 1922. All’Hotel Imperiale, allora territorio rapallese, il 6 Aprile 1922, tra la sorpresa di tutti, Russia e Germania firmarono un accordo bilaterale, destinato a diventare simbolo di una impostazione politica autonoma (il trattato fu firmato mentre a Genova si svolgeva l’omonima Conferenza Internazionale). Questo nuovo modo di “fare” politica passò alla soria con il termine “Rapallogeist” (spirito di rapallo). Rapallo, quindi, città di pace e della Madonna: ogni anno nei giorni 1, 2 e 3 luglio diventa la città dei "fuochi", delle "feste" in onore della sua Patrona. Il prossimo anno ricorrerà in 450°: è un occasione, questa, per invitarvi tutti ad assistere ai festeggiamenti; a trascorrere qualche g iorno in una città ospitale, che offre mare, monti, divertimenti e attività sportiva.

U.S. ANGELO BAIARDO

LA SQUADRA

Fondata nel 1946 da un gruppo di giovani per onorare la Memoria del loro Amico ANGELO BAIARDO, deceduto nell'ultimo conflitto.
L'entusiasmo e la volontà sopperiscono ai sacrifici che essi incontrano in questa iniziativa.
E' determinante per il consolidamento della Società la guida di Giovanni Gambaro, Presidente che per
oltre un ventennio ne reggerà le sorti.
Sino agli anni sessanta la squadra è impegnata con alterne fortune nei Campionati di 1° e 2° Divisione.
La prima formazione giovanile diventa una necessità per avere rincalzi.
Matura l'idea di poter disporre di un proprio campo di gioco, e dopo molte peripezie burocratiche nel 1970 grazie alla appassionata opera dei propri Soci il Campo di Calcio ed un Campo da Tennis sono una realtà.
Si moltiplicano le iniziative, gradualmente le attenzioni della Società si concentrano sui giovani.
Scuole Calcio e Tennis per centinaia di giovanissimi sono una realtà.
Oggi l'impianto sportivo conta di 1 Campo di Calcio, 4 Campi Tennis (di cui 2 coperti per la stagione invernale), 1 Campo di Calcetto : tutti sono illuminati.
Bar, servizi, locali organizzativi, palestra, salone per feste e riunioni completano un impianto che i Soci hanno realizzato con il loro volontariato.
Per tutto l'impegno profuso in questi 59 anni di vita del Club al servizio della collettività, è giunta gradita la STELLA di BRONZO al Merito Sportivo assegnata dal C.O.N.I.

U.S. ANGELO BAIARDO - Via Mogadiscio 40 - Tel. 010.8360389

FC SPARTAK TRNAVA

LA PROVENIENZA

Trnava è da sempre un crocevia tra strade europee, per questo ha avuto grande importanza nella storia dello Stato. È, sin dal 1238, città indipendente, fulcro di molte attività commerciali. Dal XIII al XVI sec. è stata la più ricca della Nazione.
Durante la dominazione turca era il Centro religioso del Paese soprannominata la “piccola Roma”. Sin dal l600 è Sede di molte Facoltà universitarie e sotto il Regno di Ungheria, prima del trasferimento dell’Università a Budapest, è stata il più importante Centro Culturale ungherese. Nel 1846 è stata unita a Bratislava. Oggi é una primaria città industriale, sede tra l’altro della fabbrica di automobli “Skoda”. Gli splendidi palazzi dalla maestosa architettura ne fanno una città di interesse turistico anche se, vista l’industrializzazione, oggi si possono ammirare molte costruzioni moderne.

LA SQUADRA

La F.C. Spartak Trnava é stata fondata il 30 maggio 1923 ed è una “super blasonata”. Ha raggiunto parecchi primi posti nei Campionati Cecoslovacco e quindi Slovacco ed in varie Coppe Europee. Nel suo ambito militano 2 Squadre di serie A e B, 4 Squadre Junior e 3 Scuole Calcio.Vanta molti calciatori di fama internazionale. Ha vinto la 1a, la 3a e la 6a edizione di questo Torneo.

 

  

[ Torna su Spensley 2006]



Per informazioni potete contattare l'indirizzo e-mail admin@genoadomani.it