Benvenuto su Genoadomani
1675114
visitatori
(sito attivo dal
31 Agosto 2004)

In questo momento ci sono 10 visitatori e 6 utenti registrati
Totale utenti registrati: 752
· ritorno al futuro
· la redazione
· torna alla homepage
· cerca nel sito:



Ottavi: Calmedia - Athletic Albaro [versione stampabile Pagina Stampabile]



CALMEDIA 1

ATHLETIC CLUB ALBARO 5

RETI: Provenzano (2), De Felice, Formisano, Manica, Baragone.

CALMEDIA: Mocci, Masala, Baragone, Demartis, Sistu, Cabiddu, Obinu, Moino, Tanda, Mura, Cadoni.

A disp.: Salis, Ledda, Irde.

Allenatore: Obinu.

ATHLETIC CLUB ALBARO: Borsari Carne, Arrighetti, Nicolini, Papi, Perassolo, Provenzano, de Felice, Formisano (c), Molino, Richelmi, Faggioni.

A disposizione: Castagnino, Matos Maceli, Testino, Gandus, Mangano, Manica.

Allenatore: De Ferrari.

ARBITRO: Deraco.

Vittoria di personalità della squadra di De Ferari che conduce l’incontro senza mai correre pericoli. Il risultato si sblocca al 6’ grazie all’opportunismo di Provenzano per l’1-0. Immediatamente dopo un buon pallone di Perassolo ispira il tiro al volo di De Felice che si vede respingere il tiro dalla traversa a portiere battuto. Al 9’ De Felice aggiusta la mira e liberandosi in area al tiro permette alla sua squadra di andare sul 2-0. Cinque minuti dopo è ancora l’opportunismo di Provenzano a modificare il risultato con un tocco sotto porta per il 3-0, nell’occasione si fa male Mocci che dovrà lasciare la difesa della porta a Tanda, che saprà anche guadagnarsi qualche applauso. L’inizio non è dei più facili per il portiere neo entrato, poiché Faggioni dal limite gli fa capire che sarà una partita per nulla tranquilla andando a fare tremare la traversa con un gran tiro che avrebbe meritato il goal. L’avvio della ripresa esalta nuovamente i riflessi di Tandfa che prima deve uscire a valanga su Formisano lanciato a rete e sugli immediati sviluppi a smorzare il tirodi De felice.

I sardi non paiono molto in partita e ancora sfortunati sotto il profilo dei contrasti; una brutta pallonata colpisce in viso Obinu che dovrà attendere qualche minuto prima di rientrare in campo. I rossoblu continuano all’attacco e finiscono per segnare ancora due reti con Formisano e Manica. Prima dello scadere i sardi troveranno anche il goal della bandiera con Baragone, che premia il grande impegno dimostrato durante i 50 minuti di gara.

Alla fine è proprio Baragone a volere dedicare il goal segnato: "Alla famiglia che mi ha ospitato in questi giorni di Spensley."

 

[mircoraba]

 

  

[ Torna su Spensley 2006]



Per informazioni potete contattare l'indirizzo e-mail admin@genoadomani.it