Benvenuto su Genoadomani
1618650
visitatori
(sito attivo dal
31 Agosto 2004)

In questo momento ci sono 16 visitatori e 4 utenti registrati
Totale utenti registrati: 747
· ritorno al futuro
· la redazione
· torna alla homepage
· cerca nel sito:



Il saluto del Presidente Regionale ENDAS [versione stampabile Pagina Stampabile]



Il Torneo Internazionale Giovanile del Centenario “Coppa James Spensley” di Genova è ormai diventato uno dei più importanti appuntamenti annuali ai quali l’Endas porta il suo concreto e convinto contributo.

Lo sport giovanile, al quale l’Endas dedica l’energia dei suoi quadri più impegnati e molte delle sue risorse, è uno degli aspetti più considerevoli dello sport promozionale ed è quindi comprensibile che ad esso venga destinata la massima attenzione.

In tale ambito, non solo si consente una capillare partecipazione, ma si favorisce anche la selezione di giovani talenti che possono, poi, ben figurare nel settore dello sport agonistico.

Vale la pena di ricordare che il gioco del Calcio in Italia coinvolge un’imponente quantità di persone e rappresenta, con le sue luci e le sue ombre, senza dubbio il più seguito degli sports. Quindi non è occasionale il fatto che esso sia largamente diffuso tra i giovanissimi, i quali praticano questa disciplina sportiva con un entusiasmo ed una convinzione non certo inferiori a quelli degli adulti.

Anche nell’Endas numerose sono le manifestazioni calcistiche destinate ai giovanissimi, che, con grande passione, vivacizzano i vari tornei raggiungendo spesso livelli certamente apprezzabili.

Da qui la presenza dell’Endas, che, quale Ente di Promozione Sportiva, non può ignorare un settore così popolare e così importante per la formazione psicofisica dei ragazzi, specie se utilizzato in modo corretto e funzionale ai bisogni della gioventù.

Genova ha una grande tradizione calcistica, anzi il Calcio moderno è nato proprio in questa città per questo ritengo sia la sede ideale per svolgere un torneo destinato ai ragazzi ed organizzato per ricordare il medico inglese James Spensley, grande amico dell’Italia ed uno dei promotori del Calcio del nostro Paese.

Un discorso particolare deve essere fatto per rendere nota la formula di questo torneo, avviato per quanto mi compete, alla creazione dello sportivo europeo avendo introdotto ormai da tempo una formula destinata ad essere vincente nel tempo: intendo dire l’ospitalità delle famiglie genovesi suddivise per quartieri che accolgono gratuitamente nelle loro case i ragazzi che gareggiano con i loro stessi figli.

È un esempio che non è sufficientemente evidenziato da nessun organismo e ci auguriamo che questo inciso significhi l’inizio di un nuovo modo di fare sport giovanile nella nuova Europa che sta nascendo sotto la presidenza italiana.

Capitano Luciano Parodi

Presidente Regionale dell’ENDAS

 

  

[ Torna su Spensley 2005]



Per informazioni potete contattare l'indirizzo e-mail admin@genoadomani.it